13 giugno 2018

Tera Pustota singolo

Ultimo appuntamento nell’ambito del festival della poesia “In altri versi” che quest’anno si è articolato in forma diffusa con numerosi eventi durante l’anno, organizzati dalla Biblioteca Civica a San Donà di Piave, che recentemente ha riottenuto per la seconda volta il riconoscimento di “Città che legge” da parte del Centro per il Libro e la Lettura, istituto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Venerdì 15 giugno alle ore 21.00, presso la Sala Conferenze del Centro Culturale “Leonardo da Vinci”, si terrà la presentazione del film-documentario “Tera pustota”, di Valeria Davanzo con la presenza della stessa regista che presenterà l’opera.

Nella “Tera pustota”, quella che un tempo veniva lasciata ciclicamente incolta per potersi rigenerare, la natura oggi si riprende i suoi spazi in modo libero originando “un’altra terra”, marginale, e un diverso paesaggio, frammentato, ma ricco di vitalità, espressione di pura creatività. È una terra ricca di inventiva biologica che, colonizzati i luoghi dove l’uomo non riesce ad arrivare con i suoi strumenti meccanici, si riorganizza spontaneamente secondo un proprio rinnovato ecosistema. A partire da questi ambiti abbandonati, il film propone un momento di riflessione sulla attualità del paesaggio che ci circonda e che ci appartiene, sul significato che assume per il nostro benessere e la nostra ricerca continua di bellezza e serenità, raccontando questi luoghi pustoti attraverso un linguaggio documentaristico molto personale ed efficace, capace di interagire con altri linguaggi espressivi. “Tera pustota”, pubblicato nel 2013 con la casa editrice De Bastiani in cofanetto con testi di Francesco Vallerani, Michele Zanetti, Franco Loi e Fabio Franzin e le incisioni di Livio Ceschin, è stato presentato nell’ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nello spazio della Regione Veneto, il 31 agosto 2013.

Intervengono, oltre alla regista: Matteo Vercesi (italianista, Università di Trieste e Ca’ Foscari di Venezia), Michele Zanetti (naturalista e scrittore). La voce di Gianni Visentin (regista teatrale e attore) accompagnerà l’evento con alcune letture poetiche.

L’ingresso è libero.