27 dicembre 2018

“La definitiva chiusura della discarica, la sua gestione post chiusura da parte di Veritas e la restituzione di quel sito in una forma che rispetta l’ambiente e offre un servizio ai cittadini è un traguardo importante per la Città, ottenuto grazie a un percorso condiviso con i cittadini di sensibilizzazione alla raccolta differenziata, al riciclo e alla tutela ambientale” è la riflessione di Lorena Marin, assessore all’ambiente. “Al momento è in corso di valutazione una proposta, la sola pervenuta a seguito del nostro avviso a manifestare interesse di luglio 2018, inviata dalla Polisportiva Sport 360 A.S.D”.

La Società A.S.D. raduna otto società ciclistiche operanti sul territorio, e rivolte soprattutto ai giovani e giovanissimi ciclisti. Nell’ottica di proporre un ciclismo in sicurezza, distante dalle strade, principalmente per i bambini e con un’attenzione allo sport per diversamente abili, il progetto prevede: un ciclodromo d’asfalto; un bike park con tratti tecnici e ostacoli artificiali; servizi alle attività (spogliatoi, servizi igienici, infermeria ecc); spazi coperti per la riabilitazione e l’avvio di atleti disabili paralimpici.

“La proposta, allo stato attuale, non risulta impegnativa né per Veritas né per l’amministrazione comunale, che ne sta verificando la coerenza con il progetto di città che sta portando avanti – spiega il sindaco Andrea Cereser – al momento appare una soluzione che promuove lo sport tra i giovani e diffonde la cultura dell’utilizzo della bicicletta, per uno stile di vita più sostenibile sul versante ambientale”.

Con cortese preghiera di pubblicazione.