10 maggio 2015

In distribuzione,  gli avvisi per l’acconto Tasi 2015. Gli avvisi si compongono di una lettera di accompagnamento, di una scheda relativa agli immobili per i quali si applica il tributo e di un modulo F24 precompilato per semplificarne il pagamento.  

La Tasi, sigla per tributo per i servizi indivisibili, è un tributo introdotto nel 2014 a livello nazionale. A San Donà di Piave si applica alle abitazioni principali e alle loro pertinenze, quali garage, magazzini o tettoie nonché ai beni merce delle imprese destinati alla vendita.  

L’acconto, in attesa dell’approvazione da parte del Consiglio comunale delle aliquote per l’anno 2015, è determinato sull’aliquota dell’anno scorso, pari al 2,3 per mille. Prevista la detrazione di 40 euro per ogni abitazione principale e un’ulteriore detrazione di 20 euro per ogni figlio di età inferiore a 26 anni residente nell’immobile. La data di scadenza per il versamento dell’acconto è il 16 giugno 2015. Non è dovuto alcun pagamento se l’importo complessivo da versare per l’anno è pari od inferiore a 12 euro.

 In allegato, sulla scheda riepilogativa relativa a ciascun contribuente, viene indicato l’importo dovuto per l’acconto e i dati catastali relativi al patrimonio immobiliare del singolo contribuente, al 31 dicembre 2014, sul quale è stato calcolato il dovuto. Si invitano i cittadini a controllare con attenzione la corrispondenza di quanto riportato nella scheda contribuente con l’effettiva situazione patrimoniale. Nel caso più frequente di corrispondenza tra i dati riportati e l’effettiva situazione patrimoniale, il versamento può essere effettuato tramite il modulo F24 allegato.

 In caso di difformità contattare l’ufficio tributi del Comune di San Donà di Piave all’email tributi@sandonadipiave.net oppure recarsi agli sportelli in via Ungheria Libera, 17. Apertura al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12; martedì e giovedì dalle 15 alle 17.