01 febbraio 2017

Teatro Metropolitano Astra

Programma della Stagione Teatrale di Prosa Nazionale e Multidisciplinare 2016-2017

Da Luca Zingaretti a Leo Gullotta, da Anna Finocchiaro a Natalino Balasso. Prosegue, per il secondo anno consecutivo sotto il segno di Arteven, la stagione di prosa nazionale e multidisciplinare 2016/2017 del Teatro Metropolitano Astra. E, dopo gli interventi di Nancy Brilli e Pierfrancesco Favino, di Paolo Rossi e Lella Costa, mattatori della scorsa stagione, anche questo cartellone viene illuminato da stelle di prima grandezza. «Il Teatro Metropolitano Astra si sta qualificando sempre di più tra i riferimenti culturali cittadini e del territorio, come opportunità di incontro, di riflessione, di crescita – così il sindaco Andrea Cereser – La nuova stagione di Arteven, con il suo carattere multidisciplinare, identifica in tal senso il teatro come luogo della sperimentazione di esperienze e di emozioni diverse che nascono dall’incontro con l’arte e con discipline artistiche di tipo diverso, attraverso prosa, musica e danza».

Anche questa volta partenza con un omaggio a un grande della musica classica. La scorsa stagione venne reso a Mozart dall’Orchestra di Piazza Vittorio. Quest’anno tocca a un monumento del jazz nostrano, Danilo Rea, già visto all’Astra lo scorso anno insieme a Gino Paoli, cimentarsi insieme a Ramin Bahrami con …in Bach?. La reinterpretazione al pianoforte, a quattro mani, del genio assoluto del Barocco musicale tedesco, sarà di scena giovedì 10 novembre. Martedì 22 novembre un classico di Shakespeare, nel 400esimo anniversario della scomparsa: Macbeth, proposto da Franco Branciaroli, regista e interprete, insieme a Valentina Violo, nel ruolo di Lady Macbeth. Doppio appuntamento di lusso, lunedì 12 e martedì 13 dicembre, quest’ultimo fuori abbonamento, con Luca Zingaretti, impegnato con l’enigmatico The Pride di Alexi Kaye Campbell. Più leggero, domenica 22 gennaio alle 18, l’appuntamento con Leo Gullotta in Spirito Allegro, classica commedia sofisticata di Noel Coward. A seguire, lunedì 13 febbraio, Angela Finocchiaro e Laura Curino protagoniste di Calendar Girl, storia di un gruppo di signore di mezza età, improvvisate pin-up.  Altro doppio appuntamento di gran classe con la più celebre compagnia di ballo americana: Parsons Dance, all’Astra mercoledì 8 e giovedì 9 marzo, dopo il successo dell’anno scorso di Aeros, spettacolo di cui proprio Parsons era uno dei coreografi. Più nostrana la chiusura della stagione, domenica 9 aprile alle 18 con Natalino Balasso in Toni Sartana e le streghe di Bagdàd, secondo capitolo de La cativìssima, trilogia dedicata all’antieroe Sartana, alter ego dell’autore. Tutti gli spettacoli iniziano alle 21. «La cultura quindi al centro dello sviluppo innanzitutto umano e di pensiero delle persone, capace di incidere anche su quello economico – commenta l’assessore alla cultura Chiara Polita – per un respiro metropolitano che sia rete delle eccellenze dei territori e del coraggio del nuovo. Benvenuti a teatro, per crescere e per riscoprirvi con lo stupore di bambini!»

Rinnovo abbonamenti alla biglietteria del Teatro Metropolitano Astra da venerdi 7 a sabato15 ottobre ore 15/17. Cambio posto e turno lunedi 17 e martedi 18 ottobre ore 15/17. Nuovi abbonamenti da venerdì 21 ottobre. Biglietteria aperta un’ora prima di ogni spettacolo e lunedì e venerdì ore 9 /12; venerdì e sabato ore 16/18. Disponibili mini carnet 2+2 comprendenti The Pride del 13/12/2016 e Parsons dance del 9/3/2017 oltre a 2 spettacoli a scelta. Vendita online dal 4 novembre su www.arteven.it e vivaticket.it by Best Union e relativi punti vendita e www.teatrometropolitanoastra.it.

Info: astra@sandonadipiave.net;  www.teatrometropolitanoastra.it, www.arteven.it.

Rassegna Teatrale Arteven

Informazioni biglietti e abbonamenti